Liberalizzazione Gas

Dal 1 gennaio 2003 è possibile per tutti i clienti acquistare il gas naturale scegliendo l’offerta che meglio risponde alle proprie esigenze.
Con la liberalizzazione le imprese che vendono gas naturale sono in concorrenza tra loro per rivenderlo all’ingrosso ai venditori. Per acquisire nuovi clienti, le imprese di vendita possono sviluppare e proporre anche ai clienti domestici (privati e condomini) nuove offerte commerciali per la fornitura di gas.

I clienti potranno quindi scegliere quella più conveniente o più adatta alle proprie esigenze.
Per i clienti il passaggio al mercato libero è un’opportunità: la decisione di cambiare venditore o contratto spetta solo al cliente quando lo ritiene opportuno.

Per passare al mercato libero, una volta individuata l’offerta che meglio risponde alle proprie esigenze, è sufficiente che il cliente, già titolare di un contratto di fornitura stipuli un nuovo contratto con l’impresa di vendita prescelta, e receda dal precedente contratto.
Per rendere ancora più semplice la procedura, l’impresa di vendita prescelta può offrire al cliente di gestire per suo conto la comunicazione del recesso al venditore che viene sostituito.
La stessa impresa di vendita si preoccuperà di sottoscrivere e di gestire i contratti necessari per fruire dei servizi e delle infrastrutture, necessari per garantire il passaggio e la consegna del gas acquistato fino al contatore del cliente.

Per valutare la convenienza di una nuova offerta commerciale bisogna verificare con attenzione sia il prezzo del servizio e tutte le possibili voci di spesa, sia i diritti e gli obblighi del cliente e del venditore stabiliti nel contratto (ad esempio, quanto dura il contratto, con quale frequenza verrà letto il contatore e riceverò la bolletta, quando e in che modo dovrò pagare, cosa succede se pago in ritardo…).
Per rendere questa verifica più facile, l’Autorità ha emanato un codice di condotta commerciale che elenca le informazioni e la documentazione che i venditori sono obbligati a fornire ai clienti prima della conclusione del contratto. Tra la documentazione da consegnare obbligatoriamente al cliente vi è una scheda sugli obblighi dei venditori, predisposta dall’Autorità, che consente di verificare e analizzare le informazioni ricevute.

Inoltre, per i soli clienti domestici, il venditore è sempre tenuto a includere nel ventaglio delle proprie offerte anche un’offerta basata sul prezzo di riferimento definito dall’Autorità.